Agenzie di comunicazione verso un cambio di paradigma e di business model

Come si sono evolute le dinamiche della industry del marketing e quale futuro attende le agenzie di comunicazione?

 

Le Agenzie di comunicazione di oggi non vivono di sola creatività, ma sono proiettate nel business della misurazione e dell’ottimizzazione della creatività. Stiamo vivendo una vera e propria trasformazione nel concetto di Agenzia: dal tradizionale obiettivo di realizzare e distribuire campagne di comunicazione a “Media Agency” per la capacità di scalare le prestazioni online, in tempo reale, grazie all’accesso ad informazioni mirate.
Le Agenzie si ritrovano dunque a realizzare delle strategie di marketing che gli permettono di raggiungere meglio il consumatore, attraverso la miglior strategia possibile. Siamo passati a un orientamento al cliente dove il valore del brand è dato da ciò che comunichiamo e lo sviluppo di nuove tecnologie sta aiutando i brand ad avvicinarsi sempre di più ai consumatori, sviluppando un rapporto diretto con quest’ultimi. In particolare grazie all’Intelligenza Artificiale.

Ma cos’è l’Intelligenza Artificiale (AI)?

Per Intelligenza Artificiale si intende un insieme di algoritmi, tecnologie e tecniche dotate delle tipiche capacità dell’essere umano, in grado di svolgere e prendere autonomamente tutta una serie di azioni e decisioni. In parole povere: la simulazione del cervello umano all’interno di una macchina! Proprio come gli esseri umani, gli algoritmi sono in grado di prendere decisioni e azioni che possono essere svolte da una macchina più velocemente e facilmente rispetto alla mente umana. L’AI è in grado di apportare cambiamenti significativi in molti settori di business. Tra questi, troviamo sicuramente il marketing, il quale sta sperimentando un profondo cambiamento. Da diversi anni, infatti, si è iniziato a parlare di Artificial Intelligence Marketing.

Cos’è l’Artificial Intelligence Marketing (AI Marketing)?

E’ il settore del marketing che utilizza le tecniche di Intelligenza Artificiale per interagire con i clienti, migliorare la comprensione del mercato e suggerire, più velocemente rispetto alla mente umana, le azioni da intraprendere per affinare la strategia. Per fare ciò vengono utilizzate le più moderne tecnologie di AI, con lo scopo di migliorare il rapporto con i clienti e portarli a convertire, ottenendo un risvolto positivo sia per l’utente che i brand che si ritrovano a dover maneggiare grandi volumi di dati, i cosiddetti big data. Questi dati, sono estremamente utili per le Agenzie e, proprio per questo, è necessario che vengano analizzati nel miglior modo possibile.

L’AIM può essere suddiviso in tre fasi, le quali dovrebbero essere interamente automatizzate:

  • Perception: raccolta di dati dei potenziali clienti
  • Reasoning: analisi dei dati
  • Action: azioni sui risultati

Negli ultimi anni, il mondo del marketing ha cominciato a comprendere l’importanza dell’analisi dei dati e l’ampio utilizzo che può fare delle informazioni che ha a disposizione. L’AI sta conquistando sempre più spazio nelle nostre operazioni quotidiane di business soprattutto perché è in grado di gestire interi processi di pensiero umano. Automatizzare significa semplificare, in maniera intelligente, attività come: racconta, elaborazione e reporting dei dati.

L’Agenzia del presente e del futuro, attraverso l’AI, è in grado di ottimizzare il processo creativo e rendere la comunicazione sempre più mirata e personalizzata. I marketer, in questo modo, saranno in grado di costruire il giusto messaggio per ogni cliente in maniera automatica ed ottimizzata nel tempo. Gli utenti hanno bisogno di vivere un’esperienza unica e ingaggiante, soprattutto in questo momento in cui le aspettative dei consumatori verso il brand sono elevate. Al giorno d’oggi la personalizzazione della comunicazione è un elemento determinate nella scelta del prodotto e porta ad aumentare il ritorno sull’investimento in comunicazione.

La riduzione dei costi, l’analisi dei big data, la profilazione, la personalizzazione, il customer support sono solo alcuni dei numerosi vantaggi che ci può fornire l’Intelligenza Artificiale. Tra le applicazione di AI più utilizzate, oltre alla marketing automation troviamo sicuramente il ChatBot. Assistenti virtuali che sfruttano il linguaggio naturale e conversano con il consumatore in maniera automatica e intelligente. Sfruttando i più elevati sistemi di AI, uno dei principali vantaggi che ci può offrire è: la lead generation! Grazie ai conversational form, i ChatBot non si limitano a rispondere alle domande degli utenti, ma interagiscono con gli interlocutori rivolgendogli domande precise e generando conversazioni utili al raccoglimento dei dati.  Stiamo parlando di un nuovo metodo di acquisizione di contatti che sta rivoluzionando il mondo del marketing.

Vediamo un po’ di dati…

Di recente l’Osservatorio italiano ha svolto un’indagine sull’Artificial Intelligence Marketing su un campione di 128 professionisti di marketing e comunicazione appartenenti ad aziende italiane. Dall’indagine risulta che il  74% delle aziende italiane comprende l’importanza dell’Intelligenza Artificiale e le potenzialità che ha nel marketing e nella comunicazione. Soltanto il 52% dei marketer comprende il significato dell’espressione Intelligenza Artificiale e molti collegano il termine a pochi concetti come robot o ChatBot. Il 36% dichiara di aver iniziato da poco un percorso per la sperimentazione di questo tipo di tecnologie e servizi, mentre quasi la metà delle aziende considerate dall’indagine ammette di non prevedere al momento l’adozione di soluzioni simili.
Le principali barriere all’introduzione del concetto sono: la carenza di risorse economiche (57%), la scarsa consapevolezza del mezzo (51%) e la mancanza di figure formate sul tema (31%). Oltre a questo però possiamo dire che quasi l’80% delle aziende che già investe nell’AI, ha intenzione di aumentare il proprio investimento nel prossimo anno. Allo stesso tempo il 93% dei rispondenti ha dichiarato di voler aumentare le sue conoscenze e competenze in materia.

Come la immagini l’Agenzia del futuro?

Prendere decisioni basate sui dati non è un concetto nuovo per il marketing ed è alla base di qualsiasi strategia o campagna di successo. Le Agenzie di comunicazione, possono sfruttare appieno l’AI per raggiungere questo risultato. Si prevede che circa l’85% delle relazioni tra brand e consumatori entro il 2020 sarà intermediato da macchine e, di conseguenza il ruolo stesso delle Agenzie dovrà trasformarsi in veri e propri consulenti strategici per le aziende. Infatti, consolidati i modelli della creatività e del racconto del brand (storytelling), si punta oggi sulla tecnologia, la customer experience e la trasformazione digitale del business in un’ottica data-driven. Questa direzione è senz’altro tracciata anche – e soprattutto – dall’ascesa dell’AI e dall’impatto che essa ha in termini di analisi dei dati. Nell’era della comunicazione digitale, infatti, sono proprio i dati la risorsa più preziosa in qualunque tipo di business. Tuttavia, questo ha generato una certa vulnerabilità per le aziende, che non sempre possiedono gli strumenti e le professionalità capaci di elaborare e interpretare l’enorme quantità di informazioni presenti sul web e trarne un reale vantaggio.

Ecco, quindi, che il ruolo delle Agenzie di comunicazione si evolve, per assumere la veste di partner capaci di suggerire decisioni strategiche e indirizzare i brand verso risultati migliori, attraverso campagne progettate sulla base della corretta lettura dei dati. Campagne capaci di attirare gruppi di persone selezionati, offrire loro contenuti pertinenti e sempre interessanti e convertire in maniera più efficace, consentendo un notevole risparmio in termini di investimenti.

Ma quali sono, in concreto, gli assets irrinunciabili per l’Agenzia di marketing che si approccia a questo cambiamento, evolvendo dal modello tradizionale alla completa digitalizzazione? Cosa serve per diventare Agenzie 4.0?

  1. Strumenti in grado non solo di tracciare e semplificare la lettura dei dati, ma anche di rendere il risultato della loro interpretazione facilmente accessibile e subito utilizzabile per le campagne
  2. Convergenza in un unico luogo di più tools, che assolvano a diverse funzioni: creazione di contenuti coinvolgenti, distribuzione degli stessi in ottica multi-channel, completa misurazione dei risultati delle campagne realizzate
  3. Strumenti in grado di potenziare le capacità creative della Agenzia, suggerendo contenuti coinvolgenti da utilizzare subito o da cui farsi ispirare. Il tutto, arricchito da interfacce intuitive che semplificano il lavoro del team
  4. Sistemi di Intelligenza Artificiale che aiutano l’Agenzia a prendere decisioni migliori e supportano il team nella gestione delle campagne realizzate per i clienti

AI-driven Media Agency

La nostra idea di agenzia del futuro è un modello composto da personale professionale, in cui la creatività dell’uomo viene bilanciata dalla potenzialità di piattaforme digitali basate su tecnologie AI per processi di comunicazione capaci di portare un reale valore economico ai brand.

La tua agenzia dispone degli strumenti adeguati per vincere le sfide del futuro? ADA è la riposta a questa esigenza: una piattaforma integrata 100% Mobile Friendly, in cui convergono i 3 concetti fondamentali per essere al passo con i tempi dell’evoluzione digitale: Social, Mobile e AI.

Con ADA potrai sfruttare le potenzialità dell’AI per finalizzare le tue campagne e, attraverso un approccio predictive, per ottimizzare i tempi e centrare gli obiettivi. Qualsiasi problema o esigenza la tua agenzia debba affrontare ogni giorno, ADA è la soluzione.

E tu come la immagini l’Agenzia di comunicazione del futuro? Quali sono le caratteristiche che reputi fondamentali per poter svolgere al meglio la tua attività di marketing?

Richiedi una demo

Scopri come aumentare il tuo fatturato. Richiedi una demo gratuita.