Convergent Marketing®: 5 errori che non devi commettere

Il Convergent Marketing® si occupa di unificare le più avanzate tecnologie di comunicazione con l’obiettivo di raggiungere l’utente in modo più efficiente e ottenere un’interazione di successo che culmina in più atti di acquisto.

Tuttavia, non tutte le aziende sfruttano allo stesso modo questa metodologia: alcune trascurano degli aspetti che, nella maggior parte dei casi, non sono poi così difficili da considerare.

5 errori comuni commessi nell’applicazione del Convergent Marketing®

  1. SOCIAL NETWORK: esserci o non esserci. Si parla, naturalmente, della necessità di essere presenti sui social (ogni giorno nel mondo sono circa 3.26 miliardi le persone che accedono ai social dai propri dispositivi mobile) e di come comportarsi in questi luoghi.

Il più delle volte, le aziende non investono abbastanza risorse per offrire servizi in queste vetrine virtuali. E la cosa peggiore è che molte volte l’immagine che trasmettono di sé non è autentica e questo genera una sorta di diffidenza tra gli utenti, che avvertono in fretta la mancanza di autenticità. Il fallimento, quindi, è servito.

  1. GENERAZIONE DI CONTENUTI: qualità o quantità? L’80% dei contenuti proposti dalle aziende dovrebbe fornire informazioni utili e di valore, mentre solo il 20% dovrebbe essere destinato a contenuti di carattere aziendale. Ma il ritmo frenetico degli ultimi tempi ha portato molte organizzazioni a riempire i propri canali con comunicazioni piatte, che non entusiasmano né hanno un effetto positivo sul consumatore.

Per ottenere un maggiore impatto, è essenziale che il brand sia in grado di emozionare attraverso contenuti video e, soprattutto, storie accattivanti (storytelling) in cui l’utente può facilmente identificarsi.

  1. MONDO MOBILE. Il piccolo schermo. Se tre quarti della popolazione sarà “mobile-only” entro il 2025, è sorprendente che ancora oggi ci siano aziende che ignorano o non includono strategie di marketing e comunicazione per dispositivi mobile.

I siti web hanno un design responsivo, capace di adattarsi allo schermo dello smartphone? Viene adoperata una tecnologia che rende difficile la navigazione sui dispositivi mobile? Ci sono finestre pop-up che interrompono o disturbano la fruizione dei contenuti?

  1. MISURAZIONE: nessuna analisi. Per sapere se una strategia di comunicazione è quella giusta, è essenziale estrarre i dati dell’intero processo per misurare e valutare l’efficacia delle iniziative. Ma molte aziende trascurano questo elemento o non riescono a stabilire quali sono le metriche (o KPI) più rilevanti per ciascun caso.

Non va dimenticato che una corretta misurazione contribuisce a prendere decisioni con maggiore precisione, aumenta l’efficacia delle azioni e favorisce, tra gli altri vantaggi, la versatilità dell’azienda nel seguire i trend del mercato.

  1. AUTOMAZIONE: produttività. Generiamo contenuti di valore, siamo attivi sui social network e divulghiamo i nostri messaggi attraverso lo smartphone, cosa manca? I complessi processi di comunicazione che permettono di interagire in modo efficace con l’utente richiedono oggi una grande quantità di risorse.

L’automazione è un elemento importante nelle strategie di Convergent Marketing®, in quanto garantisce una maggiore produttività e consente di contenere gli investimenti che potrebbero destabilizzare l’azienda. L’intelligenza artificiale offre soluzioni complete e redditizie non solo in termini di risparmio di tempo e denaro. Nel caso dei chatbot, consente di sviluppare esperienze coinvolgenti per l’utente attraverso semplici conversazioni in linguaggio naturale.

Richiedi una demo

Scopri come aumentare il tuo fatturato. Richiedi una demo gratuita.